Mezzi DCA conclude la fase di start-up con una quota del 46% del mercato-cinema e si prepara a gestire in posizione di leadership la stagione “calda” dell’offerta

Mezzi DCA conclude la fase di start-up con una quota del 46% del mercato-cinema e si prepara a gestire in posizione di leadership la stagione “calda” dell’offerta

DailyNet 2/11/2017

La sfida di Digital Cinema Advertising – DCA, all’atto della sua creazione, era, e tutt’ora è, “tecnologia e innovazione per riscrivere le regole della comunicazione pubblicitaria al cinema, con l’ambizione di riportare il media ai livelli degli altri Paesi europei”. Per questo, accanto all’innovazione tecnologica, si è formato un team di specialisti del settore e professionisti con diverse esperienze, sotto la guida del d.g. Giuseppe Oliva. Terminato il primo quadrimestre di start-up, la concessionaria nata dalla joint venture tra The Space Cinema e UCI Cinemas è pronta ora al periodo più ricco della stagione cinematografica, confermando e rilanciando gli obiettivi. “Abbiamo creduto nella capacità di offrire agli inserzionisti innovazione nelle proposte commerciali, con la credibilità e l’affidabilità dei due principali Gruppi di editori del settore – commenta Francesco Di Cola, director of marketing & sales di The Space Cinema -. L’andamento positivo di questa prima fase ci ha dimostrato non soltanto di avere intrapreso la direzione giusta, ma che è possibile rilanciare il mezzo affinché torni a rivestire un ruolo strategico per il mercato pubblicitario”. Arriva la stagione del grande schermo A testimoniare il valore del grande schermo, sono i numeri registrati, in termini di presenze, da pellicole come “Cattivissimo Me 3”, “Dunkirk”, “Cars 3”, “Blade Runner 2049”, “IT” e “Thor Ragnarok”, il cui appeal è attestato dagli spettacolari esordi al botteghino. Risultati destinati ad aumentare ulteriormente nei mesi da novembre a febbraio, la stagione con più fermento a livello internazionale. “DCA è il player leader nel settore per qualità della proposta, articolazione di target e dimensione dell’audience raggiungibile con una quota del 46% del mercato-cinema contattabile nel periodo luglio-ottobre 2017, decisamente superiore al 31% (MovieMedia, ndr) e al 22% (Rai Pubblicità, ndr) degli altri due operatori (fonte Cinetel) – dichiara Andrea Stratta, a.d. di UCI Cinemas -. E ora è il momento di puntare ancora più in alto, con progetti di comunicazione più ingaggianti per gli spettatori e ancora più efficaci per gli inserzionisti. Sappiamo che c’è del lavoro da fare, ma siamo sicuri di avere l’entusiasmo e le competenze per poter crescere ancora”. Oltre a tecnologia e innovazione, dunque, anche cooperazione e diversificazione si aggiungono alla strategia di DCA che, a oggi, rappresenta un circuito di 85 multiplex – 38 nei primi 50 in Italia – per un totale di 854 schermi e oltre 40 milioni di spettatori complessivi nel 2016. La filosofia operativa è quella di mettere a disposizione un ampio ventaglio di soluzioni fruibili sia sul grande schermo (spot e creatività mirata), sia negli spazi limitrofi alle sale. La mission è di ingaggiare gli appassionati, intrattenendoli con modalità che si ispirano proprio all’immaginario cinematografico. The Space Il circuito The Space è stato acquisito da Vue International nel novembre 2014, comprende 36 cinema per un totale di 362 schermi e possiede una quota di mercato del 19,3% (esercizio 2016 – dati Cinetel), attestandosi come il secondo circuito italiano per dimensioni. La mission di The Space Cinema – 36 multiplex in ogni regione italiana e 79 mila posti a sedere – è quella di porre al centro del proprio lavoro lo spettatore a cui offrire l’eccellenza sia per quanto riguarda il livello delle proprie strutture cinematografiche sia nell’offerta sempre più ampia di contenuti esclusivi. UCI Cinemas Il Gruppo Odeon & UCI è il più importante circuito cinematografico europeo e dal 2016 fa capo ad AMC Entertainment Holdings, leader in America, Europa e nel mondo con oltre 11.000 schermi. In Italia, con il circuito UCI Cinemas, è leader con 49 multisala, 495 schermi e una quota di mercato del 21% (esercizio 2016 – dati Cinetel). La sua mission è creare particolari esperienze di intrattenimento per ogni ospite, attraverso lo sfruttamento di elevati standard audio e video delle proiezioni, poltrone ultra-comfort e maxi-poltrone, oltre a un grado di attenzione costante in ogni fase della customer journey: dalle scelte di programmazione alle strategie promozionali e di fidelizzazione, dal servizio al cliente alla progettazione di nuovi servizi e prodotti per tutti gli amanti del cinema.

2017-11-02T11:55:10+00:00novembre 2nd, 2017|