Viewability: alcuni principi base per favorirne un uso più omogeneo nel mercato

Pubblichiamo il paper “Viewability: alcuni principi base per favorirne un uso più omogeneo nel mercato”, prodotto congiuntamente da FCP-Assointernet e UPA.
Il documento si propone di sistematizzare e semplificare nei limiti del possibile il tema della viewability, una metrica che sta assumendo un ruolo crescente nella pianificazione, controllo e acquisto dell’online advertising, ma sulla quale fino ad oggi sono mancate chiarezza e condivisione sul mercato, con difficoltà crescente di dialogo e comprensione reciproca nella filiera.
Il documento traccia un quadro analitico dei concetti relativi alla viewability e indicazioni pratiche immediatamente utilizzabili da tutti gli operatori del mercato.
Il documento è frutto di un Tavolo congiunto FCP-UPA sull’online advertising. L’indagine si è basata sul confronto tra i principali misuratori indipendenti di viewability attivi sul mercato italiano (ComScore, DMA-Nextplora, Moat, Nielsen) e alcuni fra i principali Ad Server (DFP e Sizmek).

Scarica il documento: Paper Viewability FCP-UPA

__________

 

È inoltre disponibile sui siti di ASSOCOM (www.assocom.org), FCP-Assointernet (www.fcponline.it), IAB (www.iab.it), UNICOM (www.unicomitalia.org) e UPA (www.upa.it), il TERZO LOTTO di documenti prodotti dalle associazioni nell’ambito della piattaforma di collaborazione e del gruppo di lavoro continuativo per lo studio e la condivisione di alcuni parametri operativi della pubblicità online, nell’ottica di creare cultura comune per il mercato e facilitare i rapporti fra le parti attraverso l’individuazione di best practice.

Alcuni contributi vanno ad integrare i documenti del 2° lotto, ovvero:

• Glossario italiano
• Glossario inglese
• Principali formati pubblicitari utilizzati

Altri documenti sono di nuova pubblicazione:

• Misurazione audience

L’attività del tavolo di lavoro interassociativo proseguirà nei prossimi mesi producendo aggiornamenti costanti sui documenti già prodotti, indispensabili per un ambiente che cambia molto velocemente, e trattando nuovi temi in via di definizione, ad esempio la misurazione delle audience, la definizione di contesti safe per i brand, linee guida contrattuali. Allo studio vi è anche la creazione di un minisito ad hoc per veicolare i risultati della piattaforma in modo più fruibile, rapido e gradevole.

Per contribuire all’aggiornamento del glossario può scrivere agli indirizzi wiki@assocom.org, wiki@fcponline.it, wiki@iab.it, wiki@unicomitalia.org, wiki@upa.it, proponendo modifiche o aggiunte ai termini presenti.

Milano, 28 Gennaio 2015

I documenti: